Top 5 videogiochi 2016


Come al solito, alla fine di un anno, mi piace tirare le somme e fare una classifica personale dei 5 videogiochi che mi hanno colpito di più dell'anno che si sta per concludere. Non credo di sia altro da dire, dopo il salto troverete il sunto di quest'anno videoludico, con i link alle solite recensioni ed altre considerazioni generali.

Cliccando sui banner arriverete alla recensione del titolo.


Al quinto posto troviamo Etrian Odyssey Untol 2: The Fafnir Knight. In realtà il quinto posto è forse quello più precario perché davvero tanti titoli stavano combattendo per questa posizione. Però il mio cuore va a questa saga alla quale sono molto affezionato.  È un remaster del secondo capitolo mai giunto ufficialmente in europa che aggiunge una modalità storia alla jrpg che ben si incastra con le meccaniche tipiche della serie ed ha la solita colonna sonora da urlo. Buon lavoro per Atlus.




Un gioco dal quale non mi aspettavo tantissimo, ma che stranamente mi ha preso più del dovuto. Il gioco di per se non è nulla di rivoluzionario essendo un zelda-like che mescola esplorazione, combattimento, puzzle leggerissimi e combattimenti con boss. La reattività del combattimento, la difficoltà ed il design me l'hanno fatto amare. Uno dei migliori giochi indie e da recuperare senza dubbio.




Cazzo di Doom. Io ho iniziato la mia "carriera" di videogiocatore con Doom. Sono emotivamente legato a questa saga. Dopo il deludente Doom 3 non sapevo cosa aspettarmi... e mi sono ritrovato con il migliore sparatutto da tanti anni a questa parte. Quest'anno ha avuto una buona concorrenza con Titanfall 2, ma puttana se il gameplay di questo gioco è perfetto. Adrenalinico, violento e METAL. Mi ha fatto ritornare bambino e mi ha fatto divertire davvero tanto.




Al secondo posto neanche un gioco completo. Ma pensa te. Un DLC. Solo che questo DLC da le pezze al culo a giochi interi. 30 ore di contenuti, la solita buona scrittura dei CD Project, buon fanservice per chi viene dai libri ed un finale che sa di finale. Di tutto. Per noi giocatori e per i protagonisti del gioco. Fatto con tanto amore e tanta cura è uno dei migliori DLC di sempre.



Al primo posto il sequel uno dei miei giochi strategici preferiti di sempre ed è entrato prepotentemente nella mia top 9 globale, scalzando il predecessore. Un titolo molto più rifinito sotto molti aspetti, che finalmente trova il suo tempo tattico è un ottimo gioco "survival" con narrativa sia direzionata dal gioco che creata dal giocatore. Ed ha una curva di difficoltà migliore del primo capitolo. Mi duole solo che non abbia potuto sbatterci un centinaio di ore della mia esistenza sopra perché il tempo quest'anno è stato molto meno. Ha ricevuto delle DLC durante l'anno, e grazie al supporto dei mod ha ottima rigiocabilità. È solo ottimizzato col culo.


Tra la roba uscita quest'anno che non ho avuto l'occasione di finire e che forse avrebbe trovato un posto in classifica c'è Banner Saga 2 e Owlboy. Poi ce ne sono tanti altri che ho saltato per motivi di budget e tempo, come Total War Warhammer, Orwell e davvero chi più ne ha più ne metta.
Altri giochi che mi sono piaciuto molto sono stati Dark Souls 3, Quantum Break, Homeworld Desert of Karak, e Dragon's Dogma Dark Arisen.
Giochi validi ma con qualche pecca abbiamo Pokémon Sole e Luna e Tyranny.
Giochi che mi hanno deluso un po' malgrado non siano brutti, sono Fire Emblem Fates e Deus Ex Mankind Divided.
E poi per le schifezze direi che Technomancer e Mafia III chiudono bene questa veloce carrellata.
Quali sono stati i vostri preferiti del 2016?

Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento