Cronache di Dedamista #1


Cambio di nome per le cronache del Venerdì maledetto. Perché? Perché si è avviata una campagna e non giocate a caso, ambientata nel mondo/ambientazione di Dedamista.
Di che ambientazione si tratta? Potete trovare un veloce sunto un po' generale del setting su Dropbox.
Nulla di esagerato e tutte le tramone di fondo me le tengo in testa e sono ancora in elaborazione. Per ora accontentatevi di questo logo grezzissimo fatto da me con disegni random da google immagini, sguinzaglerò Phobox per farmi fare un logo apposito per il setting per segnalare i post a tema.

Per farla breve, di seguito il continuo delle avventure di Thrall, Sylvanus e Venom, con la loro prima avventura leggibile QUI.


In questa sessione ho provato una variante delle regole di Pathfinder, che si trova nel manuale Pathfinder Unchained, la versione di PF del libro Arcani Rivelati di D&D 3.5. La regola in questione è la nuova economia delle azioni in battaglia. Invece del classico azione movimento + azione standard + switf, ora ogni combattente ha 3 punti azione e può spendergli come vuole. Un attaco costa 1 punto e quindi si può attaccare fin dal primo livello 3 volte. Il malus di -5 per ogni attacco consecutivo rimane, ma ora si fa più male e si ricevono più danni e per un party tutto marziale, rende i combattimento molto più tattici ed interessanti. Sia io da master che i giocatori sono rimasti contenti del sistema ed onestamente lo consiglio vivamente un po' a tutti. Vi darò comunque le nostre impressioni più avanzate mano a mano che avanzeremo di livello.

Comunque, avevamo lasciato i nostri eroi in taverna, dopo che avevano appreso della ricompensa offerta dal comune di Riverdale per sgominare i banditi. Si recano in comune ed ottengono un visto ufficiale che li rende i cacciatori di banditi ufficiali e che gli da un po' di sconto nei negozi per prepararsi al viaggio. La ricompensa è di 150 monete d'oro a testa. Se la ricompensa vi sembra bassa, sappiate che in Dedamista il valore numerico dei costi è 1/10 di quello di Pathfinder nominale, perché mi suona ridicola l'idea di viaggiare con un fottio di monete d'oro dietro.

Un dipendente del comune, probabilmente un uomo della guardia cittadina, spiega ai nostri PG come dovrebbero procedere. Si sa che i banditi si nascondono nel bosco limitrofo, in una zona che va dal suo centro fino alle montagne. 3 giorni di cammino sostenuto per arrivarci. Un'area molto grande da abbattere e che sfocia fuori dalla giurisdizione di Riverdale, quindi servono mercenari.

I 3 accettano il lavoro e si mettono all'opera. Raggiungono il "porto terrestre" della città per indagare sui mercanti e guarda caso, è appena arrivata una carovana... o i resti di questa. Un solo carro guidato da un cavallo, un cocchiere ferito e dei cadaveri sul carro. Della scorta e di altri mercanti e cocchieri.
I PG indagano facendo domande ed ottengono informazioni sul luogo e natura dell'attacco. Vengono anche a sapere da altri mercanti che un gruppo di altri avventurieri che è andato a caccia di banditi è tornato da poco in città, molto malconcio.

Il gruppo si divide, con Thrall che va dagli avventurieri e Sylvanus e Venom che vanno al luogo dell'agguanto.
Thrall incontra gli avventurieri. ne trova due su 3. Un elfo, con qualche segno di contusione addosso, un'umana sul letto distesa e fasciata ovunque. Un terzo, un mago è in giro a fare compere. Thrall lo aspetta e si intrattiene con gli altri mercenari. Scopre che la foresta dopo un certo punto diventa nemica, come se ci fosse qualcosa di magico dietro, da fastidio agli intrusi. E poi trappole, trappole ovunque. Che li han costretti ad andare via.

Intanto Sylvanus e Venom indagano sul luogo dell'agguato. Si trovano informazioni interessanti. Segni sul terreno portano a pensare che un carro sia fuggito in direzione opposta a quella di marcia della carovana attaccata, dai segni di inversione lasciati sul tracciato. Però altri segni lasciati da uomini che trasportavano qualcosa di pesante si addentrato dritti nella foresta.
Questo tipo di bersaglio è stato identificato come il più fragile e facile da raggiungere da Sylvanus e pertanto i due si addentrano nella foresta, lasciando segnali per Thrall qualora decida di raggiungerli, piantando frecce lungo il sentiero come segnalatori.

Thrall intanto incontra il mago di ritorno. È un nano, senza un braccio, perso durante la spedizione nella foresta a causa di trappole. Il suo famiglio è un carlino e si specializza nelle magie di ghiaccio. Thrall chiede se può dare una mano al suo gruppo. Dopo un po' di discussione il mago accetta di venire. Anche perché è giocato dal buon Lucosauro e diventa un altro PC, forse temporaneo per via di possibili impegni personali che non lo renderebbero costante nelle sessioni.

Thrall ed il nano raggiungono la posizione dell'agguato e riescono a raggiungere velocemente Sylvanus, che però ha perso le tracce. Si sente però una bestemmia in lontananza. Il gruppo avanza in stealth e scopre 6 banditi che si sono fermati per riparare un loro carro trainato a mano, che si è rotto ed ha causato un ribaltamento di alcuna merce. Uno di questi banditi è su un albero di fianco a loro, armato di balestra in posizione di guardia. Sta per notare i nostri eroi quando il carlino del mago agisce da distrazione.

Una distrazione che si rivelerà fatale per i banditi. Sylvanus pianta una freccia nel balestriere, che cade e che viene immediatamente afferrato e stordito da Venom. Lo interrogheranno dopo. Thrall si prepara ad una contro carica ed il mago usa suono fantasma per attirare quanti più banditi possibili via da loro. Ed in effetti funziona. 2 vanno in direzione del suono, altri due caricano e Thrall controcarica. Lo scontro tra lo stirpefuriosa ed un bandito armato di buckler e mazza è alquanto difficoltoso. Il bandito si difende bene e risponde con decisione e precisione, ferendo ripetutamente il barbaro nei vari round di combattimento. Venom invece, dopo un primo lancio di coltello sfortunato, riesce a battersi con destrezza ed ad evitare i colpi dei nemici mentre infligge dei danni.
Il mago fa quel che può. Infligge danni lanciando coltelli con il suo braccio rimasto, usa il suo tocco congelante con grandissimo effetto grazie ad un critico per fermare il bandito che dava tanti pensieri a Thrall.
Sylvanus lascia stare un attimo il suo arco e si lancia sul nemico che sta combattendo contro Venom e lo uccide dopo due round i combattimento.

Gli altri due banditi rimasti distratti dal suono fantasma si girano e trovano i loro compagni devastati. Fuggono, o almeno ci provano. Uno di loro viene controcaricato, l'altro viene shottato da una freccia di Sylvanus dopo che il carlino lo ha rallentato nella fuga facendolo quasi inciampare.

L'unico bandito rimasto viene interrogato e rivela qualche informazione, dopo essere stato un minimo torturato da Thrall, che gli sfracassa un polso. Il campo dei banditi è lle pendici del monte sul finire della foresta, ma si ostina a dire che non ci arriveranno mai e che non potranno mai vincere: i banditi sono troppi. Venom prova a curarlo per stabilizzarlo e portarlo come catturato, ma i danni ricevuti sono troppi: ferita da freccia e sanguinamento, concussioni e fratture da caduta ed infine un polso rotto più altre percussioni durante l'interrogatorio. Muore.

I 4 ritornano in città ed ora che sanno dove andare, devono organizzarsi per il viaggio.

E questo è quanto per questa sessione!

Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento