Monster Hunter Mayhem #6: Nel Ventre della Terra


Una misteriosa minaccia si leva dalle viscere della Terra, riusciranno i nostri eroi a sventarla?

"Vi siete messi subito sulle tracce di questa organizzazione immagino."
"Si, ma non è stato molto facile. I PDA che avevamo recuperato da loro erano ben protetti e ci abbiamo messo più tempo del previsto ad estrarre dati utili..."
Un altro degli anziani, finora sempre in silenzio, interrompe Anthony "Scusate se mi intrometto, ma vorrei soddisfare una mia curiosità personale."
"Dica pure."
"L'incidente alla Robinson Run 95..... opera vostra?"
"Si."
"Potete elaborare sull'accaduto?"
"La Terra è abitata non solo da creature mostruose in superficie, ma anche nel sottosuolo. Alcune di queste derivano dai ceppi evolutivi degli umani andati estinti, come l'uomo id Neanderthal o Cro-Magnon, altri provengono da altre dimensioni e si sono stabiliti qui. Non sempre sono amichevoli e con i nostri lavori di scavo c'è la possibilità di dargli fastidio. Per questo abbiamo un servizio di monitoraggio taumatologico che ad ogni incidente di simile natura scandaglia per anomalie, almeno all'interno del nostro territorio e quando l'incidente è mediaticamente importante"
"Quindi alla RR 95 ci sono stati esseri del sottosuolo?"
"Si. Hanno un nome "fantasy" di Derro, quello "scientifico" è Hominus Tenebris. I nuovi scavi della miniera in cerca di più carbone si erano spostati nella loro zona e si sono sentiti minacciati."

----------------------------------------------------------------------------------------------------
 "..............nuano gli scavi per raggiungere i 5 minatori rimasti intrappolati dal crollo di uno dei nuovi tunnel della miniera Robin....." Tutti i canali televisivi parlano dell'incidente oramai.
"Non è un semplice incidente?"
"No, Ilythirra ha effettuato uno scan a lungo raggio con il nostro impianto di divinazione ed ha rilevato influssi magici in profondità, ma non sappiamo di che entità. Recatevi sul luogo, indagate ed intervenite."
"Serviranno delle pozioni scogli materiali e sistemi di individuazione magica. Mi metto all'opera." Wang si allontana nel suo laboratorio.

-----------------------------------------------------------
"...... quindi ci stavamo muovendo in quella direzione, le rilevazioni mostravano un aumento di carbone. Abbiamo scavato diversi tunnel, ma non erano ottimali, alla fine abbiamo trovato un ottimo passaggio.  Per recuperare i minatori ora stiamo scavando da uno dei tunnel limitrofi per riaprire un passaggio in quello principale e tirarli fuori."
"Avete notato anomalie?"
"C'era un po' di paranoia negli uomini, allucinazioni a lavorare in quelle zone, fuga di gas probabilmente, anche se è molto strano. Abbiamo dato maschere agli uomini da un paio di giorni ed i problemi sono spariti, ma non erano mai molto contenti di scendere fino laggiù."
"Grazie mille delle informazioni. Possiamo prendere le vostre rivelazioni ed una mappa della miniera? Vorremmo fotocopiarle."
"Certo agenti.... siete intenzionati a scendere?"
"Si, abbiamo portato delle strumentazioni apposite e vorremmo vedere di persona i lavori se non le dispiace. So che stiamo andando via dal protocollo..."
"... Ma questa è una situazione speciale. Va bene. Preparo l'attrezzatura."
"Anche noi."

-------------------------------------------
"Riusciamo a metterci anche la mia spada nel valigione?"
"Si Dahab, dovrebbe entrarci."
"Allora.... fucile d'assalto, munizioni, spadone, il Vector Kriss, un po' di roba a caso varia.... direi che ci siamo"
"Speriamo non facciano domande"
"Siamo federali. Le domande le facciamo noi" Wang mostra un'aria di spacconeria rassicurante.

--------------------------------------------------------------------
"............... e come vedete stiamo usando questa trivella per aprirci una strada. Non la cosa più comoda per scavare da questa angolazione, ma ce la stiamo facendo. Mancano ancora delle ore se non incontriamo imprevisti."
"Grazie, ora vorremmo andare a visionare gli altri tunnel."
"Venite, vi accompagno."
"Non si preoccupi, abbiamo le mappe e dei tecnici con noi, voi potete rimanere qui a visionare i lavori."
"DEVO accompagnarvi, è protocollo e questo non posso....."
"Siamo professionisti, non si deve preoccupare, dobbiamo effettuare delle rilevazioni con la nostra attrezzatura, ma non qui."
".......................... Andate pure."

Towers è visivamente preoccupato. "Ha mangiato la foglia secondo me."
"Ci penseremo in un altro momento."

-------------------------------------------------------------------------
"Eccoci arrivati. Questo è la fine dell'altro tunnel. Posto di merda per lavorare qua, neanche coi picconi. Se ci apriamo un varco là, dovremmo arrivare alla grotta dei minatori."
"Direi di usare il mangia materiali."
"Funzionerà anche per scavare nella roccia?"
"Lo sapremo solo provando." Wang estrae dallo zaino un piccolo laboratorio portatile. Nulla di eccessivamente complicato, ma sufficiente a maneggiare in sicurezza le cariche di mangiamateriali senza attivarle. Due boccette vengono fuse in una versione più concentrata che viene riversata sulla roccia. Immediatamente si sprigiona un fumo mentre la roccia viene arsa davanti ai loro occhi. Fortunatamente le maschere antigas forniscono la protezione adeguata.
L'effetto dell'intruglio alchemico finisce prima di creare un buco completo, ma con un colpo di piede la roccia frana, aprendo un passaggio.
"Ottimo. Anche se ci ha messo un po' troppo. Devo provare ad usare quell'erba tibetana...."
"Ci penserai dopo Wang. Direi che possiamo calarci, ma per risalire?"
"Ho portato le corde apposta!" Wang prende e sistema tutta l'attrezzatura per la discesa.
"Allora, questa è la galleria..... sento i rumori degli scavi. Qui c'è la frana.... avanti due vie senza uscita. Ed i minatori non ci sono."
"È arrivato il momento di usare l'incenso scova magia." Dopo pochi istanti l'incenso riempie l'intera galleria. Nell'aria, a tratti si illumina. Il gas che provoca le allucinazioni non è gas naturale, ma ha una natura magica, è preparato ad hoc da qualcuno. Il resto dei tunnel è inerte se non per una parete di roccia alla fine di un percorso. Davanti al muro magico ci sono molte impronte che vanno verso di esso, ma sono confuse, un continuo viavai.
"Pensate sia illusorio?" Jack tira una picconata al muro, che si scalfisce, ma non sparisce. "Direi di no."
Wang osserva curioso il muro. "Tra l'altro, vorrei far notare come la roccia del muro non sia dello stesso tipo di quella del resto della miniera. L'han messo su dopo. Magia del settimo Sephiroth: Netzach."
"Beh, spacchiamolo. O usiamo un altro scoglio materiali."
-------------------------------------
Un elemento accomuna tutti gli uomini. Il sentimento del sublime. Ci meravigliamo tutti di fronte a spettacoli della natura, che ci fanno sembrare insignificanti.
Oltre la galleria si apre una grandissima caverna sotterranea illuminata da cristalli che emettono luce propria. Il soffitto sembra un cielo stellato, ed il fondo ricorda quello di un fiume, ma formato da questi cristalli luminosi. È come se si trovassero sul lato di una montagna, con di fronte a loro un'altra altura, separata da una vallata. Tutti rimangono alibiti ed esterrefatti per diversi minuti.
Poco distante si staglia un gigantesco ponte di roccia che collega i due lati del crepaccio.
"Chi l'avrà costruito? È naturale?"
"Abbiamo visto un muro di roccia magico.... chiunque ha fatto quello può fare anche questo. Certo con più maghi insieme...."
Camminano per parecchi minuti, fino a raggiungere l'altro lato. Subito davanti a loro c'è un'altura. Al raggiungere della vetta, un rumore familiare si poggia sulle orecchie del gruppo. Il rumore di civiltà. Una sbirciata mostra a tutti qualcosa di impensabile: una città sotterranea, piena di vita.
"Voi rimanete qui, io vado in avanscoperta, me la cavo meglio a non farmi vedere." Dicendo così Towers scende la collina fino a raggiungere l'ingresso della città, nascondendosi tra le rocce. Davanti all'entrata c'è un checkpoint. Gli abitanti sono degli umanoidi alti ad occhio sul metro e venti, scuri di pelle e con occhi bianchi senza pupille. Towers vuole capire che lingua parlano. Usa il vecchio trucchetto del lancio del sasso, solo telecineticamente, per sentirne le reazioni. Purtroppo, parlano una lingua incomprensibile. Dopo la ricognizione, Towers si ricongiunge con gli altri.
"Che facciamo? Non possiamo entrare in una città intera, ad armi spianate e ucciderli tutti."
Dahab preferisce l'azione: "Perché No? Siamo più grossi, abbiamo l'effetto sorpresa, possiamo intimidirli."
"Forse è un po' troppo drastico.... vorrei cercare di risolvere la questione nel modo più pulito possibile. Io, Wang e York rimarremo all'apertura del tunnel nella caverna, così da avere il ponte sotto controllo. Tu e Jack dovreste provare a tornare in superficie e chiamare il BOPD per aiuti sul da farsi."
"Basto io, Dahab, mettiti semplicemente a guardia della parete che abbiamo sciolto fino a quando non torno."
"Va bene."
"Non abbiamo molto tempo, gli scavi ufficiali arriveranno qui tra altre 4-5 ore, dobbiamo risolvere la questione prima del loro arrivo."
------------------------------------------------------
"Allora.... chiedo aiuto ad Ilythirra? Una maga del suo calibro ci farebbe comodo ora.... Forse ad accedere ai loro database su quei cos....."
Il ritorno in superficie non è uno dei migliori. Ad aspettarlo due poliziotti in assetto antisommossa, che lo tengono sotto tiro. In mezzo tra di loro la persona che gli aveva accompagnati nelle miniere prima.
"Ho chiesto alla polizia che c'era nel sito di fare degli accertamenti. Voi non siete federali. Cosa volete?"
"No, siamo veramente age...."
"La verità."
"Guardi, non so a chi abbia chiesto lei, ma glielo posso dimostrare. Mi faccia accedere ad un computer e glielo dimostro."
--------------------------------------------------------
"Oh cazzo, arrivano quei cosi. Sul ponte."
Un gruppo di sette di quei piccoli umanoidi stanno marciando verso la loro posizione. Sembrano armati, di scudi e lance e queste ultime hanno i cristalli luminosi sulla loro cima.
"Ecco, basta che non sparino laser da quelle lance che davvero eh"
"Si ma si avvicinano.... che facciamo?" York è visivamente preoccupato.
"Facciamoci vedere." Towers è sicuro di se.
"Eh, no ma tu sei pazzo."
"No, invece, mostriamoci amici. Vediamo se riusciamo ad instaurare un dialogo."
"Ecco, quindi tu York meglio se ti tiri indietro." Dopo questo appunto di Wang, York mugugna tra se.
Wang si fa avanti per primo. Alla sua vista, i piccoli uomini si mettono in assetto da combattimento, con i maghi che iniziano a lanciare incantesimi mentre gli uomini con gli scudi gli danno copertura.
Al lancio degli incantesimi Wang perde conoscenza. Towers fa la stessa cosa. Si lascia attaccare dagli incantesimi di stordimento e si lascia catturare. Il gruppo di abitanti del sottosuolo porta i due verso la città.
"Merda questi due...." York, non vedendo più movimento, ritorna da Dahab.
"Jack ancora non si è fatto vedere o sentire?" "No. Vogliamo rimanere qui ad aspettare in eterno oppure vogliamo entrare in azione?"
"Non lo so....  L'idea di Towers e Wang era di farsi prendere e lavorare dall'interno della città, trovando i minatori da lì."
"Da catturati? Dalla prigione?"
"Towers è un telecineta, può...."
"Lo sai anche tu che è un pappamolla buono a nulla."
"Negli ultimi tempi è migliorato."
"Ah, immagino prima allora che palla al piede sia stato per il gruppo!"
"Dai non..... si in effetti hai ragione, non mi fido neanche io troppo. Poi Wang... senza le sue pozioni cosa può fare da lì?"
"Secondo me, dovremmo attaccare. Creare un diversivo così da aiutarli nel loro lavoro dall'interno."
"In effetti... non ce la faccio a stare con le mani in mano."
"Se possibile però eviterei di fare troppo rumore, almeno nella prima parte del nostro approccio."
"Non ti posso promettere nulla, Dahab."
"Comunque, hai detto che dei soldati con scudo proteggono i loro incantatori... dovremo concentrarci su di loro......"
"Certo che questo ponte è proprio grande.... diavolo, dall'altra parte! Due di quei cosi!"
"Non facciamo rumore, placchiamoli York!"
Dahab si lancia in corsa contro uno dei derro. Lo atterra violentemente ed inizia a riempirlo di pugni per stordirlo. L'altro inizia a correre via, urlando a squarciagola. Il suono della sua voce rimbomba per tutta la caverna.
"Ah, al diavolo!" In un singolo movimento, così veloce da essere difficile da percepire, York estrae la sua Rhino 60D ed apre il fuoco. Tre colpi colpiscono la creature in fuga, atterrandola. Il ruggito del .357 magnum si fa sentire per tutta la grotta. L'irlandese avanza da Dahab e da un calcio al derro bloccano dall'ivoriano, mettendolo KO.
"Direi che possiamo anche fare casino." Dahab estrae la sua spada. Ne saggia il filo con la sua mano sinistra. "Sono fisicamente insignificanti e non hanno protezioni di sorta. Ce la faremo di sicuro."
"Spero di avere abbastanza proiettili."
-------------------------------------------------------------------------------
"Aaaaaah, la testa...." Towers si risveglia. Si trova in quella che sembra una cella di un carcere. Mura di pietra, una piccola finestrella con delle sbarre di ferro e la cella è chiusa da delle sbarre, ma non c'è alcuna serratura. Con lui c'è Wang ed i 5 minatori.
"Non sembrate minatori della miniera... siete la squadra di soccorso?"
"Si, ma siamo stati catturati anche noi."
"Cosa diavolo sono questi cosi?"
"Non lo sappiamo neanche noi. Come state, bene? Vi hanno fatto qualcosa?"
"Ci hanno presi uno ad uno e portato da qualche parte, anestetizzandoci, non ricordiamo nulla. Uno di noi è ancora svenuto."
"Ci hanno infilato delle sonde anali, o fatto esperimenti sopra, come gli alieni!"
"Come vi portano via? Non c'è una serratura."
"Arrivano i loro.... maghi e fanno scorrere via le barre nel terreno."
"Ah, quindi possono essere forzate... proviamoci!" Towers afferra telecineticamente una delle sbarre e con un grande sforzo la fa vibrare sul posto fino ad erodere parte della roccia che la teneva salda e la fa crollare nel suo alloggiamento nel pavimento. Ripete la stessa operazione con l'altra. "Argh, che fatica, sono stremato." I minatori sono esterrefatti, ma vedere le sbarre crollare telecineticamente dopo essere stati rapiti da una popolazione di piccoli uomini dalla pelle scusa nel sottosuolo che usano magia, si aspettano di tutto. "Ma come.......?"
"Voi non avete visto niente." Wang si fa strada verso l'uscita. Non c'è una guardia in giro. Nella prigione ci sono altri derro che fanno rumore al passaggio degli umani. Al piano di sopra c'è solo una guardia, che viene sopraffatta da Wang e menata dal gruppo di minatori. In un armadio c'è l'attrezzatura di Towers e Wang. Da fuori si sentono urla, gente che fugge e rumore di spari.
Wang e Towers avanzano. Le strade della città sono deserte, i civili sono tutti chiusi in casa ed i guerrieri vanno tutti in una sola direzione. Sembra stiano combattendo contro York e Dahab.
Arrivano alle spalle di un nutrito gruppo di guerrieri. Una granata mangia oggetti ne mette fuori combattimenti un paio ed una bomba distruggi magia mette in difficoltà i maghi nemici.
Due guerrieri si girano verso Towers e Wang ed un altro inizia a sparare contro di loro con una balestra di cristallo, sparando fasci di luce. Questa si impatta sul giubbotto antiproiettile, in modo impercettibile, provocando solo una leggera ustione. Towers risponde sparando ad alta velocità dei detriti trovati sul suolo, uccidendo immediatamente gli assalitori. Wang apre il fuoco con il suo fucile a pompa.
Dahab e York sono feriti, ma ancora attivi, si stanno riparando dietro un tavolo del mercato ribaltato per l'occasione. "York, io prendo il tavolo ed avanzo, tu pronto a fare fuoco!" "Ho ancora 18 colpi.... dai andiamo!" Il tavolo si muove e si infrange contro il muro di scudi dei piccoli soldati che non cede.
"Sono tenaci i piccoletti!" York apre il fuoco dal suo riparo e ammazza due nemici.
La riduzione della magia non fa bene ai due maghi nemici. Uno di loro riesce a finire il lancio della sua magia ed evoca uno sciame di insetti che inizia a girare sull'area. L'altro mago non è così fortunato. Prova a estrarre più mana possibile dall'ambiente ma fallisce miseramente, facendo detonare il suo incantesimo. Il suo corpo prende fuoco e con lui muoiono i soldati che lo proteggevano. Dahab scavalca il tavolo e taglia la testa a due derro davanti a lui. York spara un solo colpo che centra in pieno la testa dell'ultimo mago rimasto. Lo sciame di insetti inizia a perdere direzione. Si scaglia su Dahab, senza sortire molto effetto. Gli insetti pungono, pizzicano, attaccano, ma non riescono a perforare la tuta in kevlar e la maschera di Dahab in modo significativo. Perdono la loro mente, si disperdono velocemente. Gli altri derro si arrendono e farfugliano qualcosa, chiedono pietà.
"Vi siete liberati ed avete trovato i minatori, bravi!"
Dietro i due guerrieri c'è un numero di cadaveri considerevole.
"E voi avete fatto un'ecatombe!"
"Abbiamo preferito far parlare le nostre armi."
Wang setaccia il campo di battaglia per ogni possibile artefatto da riportare in superficie.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
"Sembrerebbe tutto in regola così...."
"Si, ve l'ho detto, siamo una squadra un po'... fuori dai record ufficiali, lavoriamo con un grado di segretezza maggiore, per questo non ci hanno trovato subito! Siamo arrivati con roba sperimentale per salvare i minatori!"
"Non lo so, questa cosa non mi convince lo stesso..... Rimanga qui mentre faccio altri accertamenti."
"Signore, sono tornati!"
"Come?"
"Vede? Cosa vi avevo detto?" Un sorriso si accende sul volto di Jack.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

"Mi sta dicendo che i vostri uomini hanno commesso un genocidio di questi Hominus Tenebris?"
"Genocidio è una parola grossa... diciamo che si sono trovati in condizione di dover aprirsi la strada a suon di proiettili. Capita nel nostro mestiere."
"Ricordo i reportage dei telegiornali. Esplosioni, troppo gas, campioni finali non buoni e quindi quella vena fu abbandonata. E poi c'erano quei federali che avevano salvato gli uomini.... vidi le foto, feci delle ricerche ma non risultò nulla.... eravate voi."
"Esatto."
"La miniera ha deciso di chiudere poco dopo. Troppi incidenti, carbone quasi finito..."
"Probabilmente i derro hanno contrattaccato, ma eravamo troppo impegnati per gestire la cosa. Spero questo abbia soddisfatto la sua curiosità."
"Certamente. Ora ritorniamo all'argomento principale. Come è continuata la caccia a questa associazione?"
"Si è passati per gli incidenti di Lynchburg."



Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento