Tech review - HP X2 210 10-n105nl

Il 2015 sembrava passare senza grossi cambiamenti tecnologici per me. Vero, ho montato tanti computer per i miei amici, vero anche che ho preso una nuova GPU per il mio PC, ma nessun hardware esterno.
Ed invece, ecco che finalmente mi doto anche io di un tablet/PC. Lo provo, lo testo, ci smacchino e vi dico cosa ne penso. Questa è una recensione generale del prodotto, mi mancano ancora degli accessori e farò un secondo approfondimento dove indagherò per bene sulle possibilità offerte dai chip atom.



Il modello di tablet PC in questione è un 2 in 1 HP X2 105nl, che monta un atom x5-z8300, 32GB di eMMC, 2GB di RAM DDR3 (1970MB usabili fisici, 3GB vincolati totali incluso il paging). Ha una USB 3.0, una USB-C per la ricarica, una micro HDMI out, jack 3,5mm e lettore microSD. Le casse audio sono 2, frontali laterali, della Bang&Olufsen.
Il modulo wi-fi è un AC, supporta il Bluetooth 4.0. Lo schermo è un IPS da 10.1" 1280x800 multitouch a 10 tocchi, con digitalizzatore penna Synaptics. Dotato di fotocamera frontale 720p. Il sistema operativo è Windows 10 Home a 64 bit.


Qualità costruttiva


La qualità generale del tablet a pelle è ottima. Ho avuto modo di usare dispositivi di amici per poco tempo e di ogni fascia di prezzo. Troppi risultano un po' plasticosi ed economici, anche se poi nell'uso effettivo sono funzionali. Questo prodotto di HP ha un look molto professionale ed elegante, è comodo da maneggiare malgrado non sia la cosa più leggera del pianeta (586g di Tablet, arriviamo ad 1.1kg con la tastiera) ed appare solido in ogni suo punto. Non ho notato scricchiolii o flessioni dei materiali se stressati dalle dita. Davvero una bella macchina. L'aggancio tra monitor e tastiera è solidissimo, ma non proprio intuitivo e comodo, non si riesce a fare alla cieca sempre, ma è anche questione di abitudine. Tra l'altro la cerniera è bidirezionale, permettendo al tablet di poter essere montato sia come portatile, sia a tenda, sia con base di appoggio, rendendo la piattaforma molto flessibile.

Tastiera

Fantastica. All'inizio la vedevo. Piccolina, senza numpad, con tante funzioni secondarie e terziare sui tasti. Poi ci inizio a scrivere. Faccio errori, le dita vanno troppo avanti o indietro... e poi finalmente ci si abitua. E ci si rende conto che è comodissima. Questo articolo è stato scritto proprio sull'X2. La corsa dei tasti la trovo perfetta, così come il feeling sonoro e tattile. Io sono una persona che scrive parecchio, come si può notare da questo blog credo, e sono rimasto davvero, davvero compiaciuto. Mi ci trovo molto meglio che sul mio portatile e anche meglio che della mia tastiera del fisso. Se pensate di dover scrivere parecchio, fatelo vostro. Ho scritto un po' in tutte le condizioni: da seduto in scrivania, da seduto con il laptop sulle gambe e da sdraiato sul letto. Si riesce sempre a trovare una posizione comoda ed a scrivere in modo efficiente. Certo, la tastiera non è retroilluminata, ma è praticamente l'unico neo che vi ho personalmente trovato.

Performance dell'atom

Non mi aspettavo grandi cose da un processore di fascia entry level, un atom poi. Ed invece l'x5-z8300 mi ha piacevolmente sorpreso in qualche occasione. Il processore è un quad core nativo che ha come velocità nominale 1,44Ghz, ma va dai 480Mhz di quando il PC si trova in idle fino ad un massimo di 1840 Mhz quando lavorano uno o due core. Se stressato al 100%, i 4 core lavorano tutti a 1,6Ghz, con la temperatura del package che raggiunge i 72°C. Questa temperatura operativa è più alta dei tablet che montano il vecchio bay trail, ma la mia ipotesi è che ci sia questa temperatura operativa più alta per fare spazio ai 4 core della CPU insieme ai 12 core della GPU. La parte grafica non è nulla di straordinario: parliamo di 12 unità di calcolo che lavorano tra 200Mhz e 500Mhz, ma la ram da 2GB in single channel castra tantissimo le possibilità della GPU.
Il passo in avanti rispetto ai bay trail però si nota, stiamo pur sempre parlando del triplo delle unità di elaborazione e realizzate con un'architettura più nuova.. La decodifica hardware dei video 4k e h265 permette la riproduzione di tali contenuti senza affaticare troppo il processore. Se vi può sembrare un esercizio di stile, sappiate che questo tablet ha un'uscita HDMI che può supportare certe risoluzioni, quindi deve essere in grado di gestirle almeno nelle cose base. Nell'uso sul tablet stesso questo si traduce nella capacità di vedere un video su youtube mentre si fa altro senza far impallare il tutto, sfruttando la possibilità di poter affiancare le finestre. Oppure non subire troppi rallentamenti quando Windows decide di fare qualcosa con il suo programma di rimozione malware, famoso per mettere in crisi macchine poco performanti con hard disk meccanici.
Un altro uso più concreto dove si può vedere questa performance sono i videogiochi. Ho fatto delle prove veloci con due titoli, che non sono stati scelti a caso: Shadowrun Hong Kong e Heroes of the Storm.

Il primo è un GDR isometrico con fondali 2D molto dettagliati e personaggi 3D e svariati effetti di post processing. I precedenti Shadowrun erano usciti anche su android e pertanto erano più limitati, questo essendo solo per PC è un pelino più pesante. L'ho scelto perché ha un'interfaccia che permette al gioco di essere giocato solo usando il touchscreen e perché sul mio portatile quest'estate non funzionava bene. Cioè lo caricava così tanto da mandarlo in thermal throttling e facevo se andava bene 5 fps tutto al minimo.

Sull'HP x2 con cherry trail il gioco riesce a girare sui 20 fps a 1280x800 con effetti e texture HD disabilitate. Nell'immagine potete vedere un resoconto delle statistiche durante il gioco, ma la scheda grafica si siede sui 400Mhz, esattamente come i 4 core della CPU che lavorano a 480Mhz,  però ogni tanto uno di loro ha spike sui 1600Mhz. Le temperature si aggirano sui 76°C, ma ricordiamo che è inverno e che temperatura ambiente è sui 18°C. D'estate mi aspetto di peggio. 20 fps potrebbero sembrare pochi, ma per un gioco come Shadowrun sono accettabili vista la sua natura lenta, quasi da avventura grafica. E siccome gira meglio che sul mio portatile (che ricordo ha in i3 330M ed una HD5650m) considero questo risultato come una grande vittoria.
Heroes of the storm invece è stato scelto perché è il MOBA che non riusciva a girare sui vecchi atom Bay Trail. Se LoL e Dota 2 riescono a girare anche su caffettiere, HoTS è sempre stato più pesante. Purtroppo, malgrado i paventati miglioramenti alla controparte grafica, Heroes of The Storm rimane ingiocabile, visto che anche tutto al minimo, ci si aggira intorno ai 10 fps mentre si cammina e si va sui 5 o meno fps quando si combatte. Insomma, ingiocabile. La cosa più triste è che in teoria potrebbe anche farcela, ma il chipset è costretto a diminuire le sue frequenze per stare nell'envelope termico ed energetico, andando ad offrire performance peggiori di quelle teoriche. In ogni caso, se volete giocare su questo tablet, consiglio di puntare sui tanti giochi indie in 2D o 3D semplice su Steam, lasciando stare quelli più complessi in 3D.
Ho giocato felicemente alle avventure Telltale, a Gods will be watching e Halo Spartan Assault per esempio, senza problemi di sorta, usando come comandi il touchscreen.
Nonostante questi due pareri che sembrano buttare in cattiva luce l'atom, sono rimasto positivamente impressionato dalla potenza estraibile in ambiente windows con un processore con TDP di 2W. Se ricordo i primi netbook con atom che erano delle ciofeche assurde, ora siamo arrivati ad una potenza di calcolo che non inficia nelle attività quotidiane più comuni ed obbliga a compromessi solo qualora si chieda troppo alla macchina.
In ogni caso, produrrò un secondo articolo dove analizzerò con cura i limiti utilizzativi di questa piattaforma, andandone a guardare scenari d'uso per artisti, ingegneri e videogiocatori, apposta per tartassare il processore il più possibile.



2GB e 32GB
Il vero punto debole della piattaforma è l'accoppiata 2GB di DDR3 con 32GB di memoria eMMC. Oramai è una combinazione assodata per questo genere di device, ma sono i veri e propri colli di bottiglia del sistema e si faranno notare. i 2GB di ram sono in singolo canale e questo impatta negativamente sulle performance grafiche della GPU integrata. Ma la cosa più importante è che sono pochi. Windows 10 se la cava egregiamente devo dire, ma questi 2GB di ram saranno occupati al 60-70% quando non starete facendo nulla di particolare, figuriamoci a pieno ritmo!

Straordinariamente però non si sentono troppo stretti nell'uso di tutti i giorni, quello per il quale queste macchine sono pensate. Scrivere al computer, guardare roba online, giochicchiare a roba semplice: il tablet ce la fa e Windows 10 gestisce il tutto al meglio per un sistema Windows post-Vista. Navigando su Edge con 6-7 tab aperte di cui una con youtube non ho notato rallentamenti o impuntamenti mostruosi.
I 32GB di eMMC invece sono una limitazione non tanto per la capacità, ma per la velocità di trasferimento dati. Quando il PC dovrà caricare o traferire od elaborare grossi file sarà lento, come un HDD e non veloce come un SSD. Però tutto sommato, la memoria scelta da HP non è così pessima. Confrontando i miei risultati con quelli di notebookcheck.com, noto come questa memoria ha performance superiori rispetto al Surface 3 di Microsoft, macchina di tutt'altro prezzo! In ogni caso è in linea con la concorrenza di adesso se non leggermente superiore e per utilizzo normale è più che sufficiente, avrete solo da dover sopportare tempi di caricamento più lunghi del solito, se il vostro solito è come il mio basato su SSD. Se venite da macchine con hard disk meccanici, il sistema vi sembrerà invece abbastanza reattivo, merito delle letture casuali 4k di un paio di ordini di grandezza superiori agli hard disk meccanici, che sono l'indicatore della reattività generale del sistema.
Tirando le some, troverete performance adeguate a questo tipo di hardware, con tutte le limitazioni del caso. Oramai queste macchine sono in giro da anni e questa non ha nulla di nuovo sotto al sole.

Monitor
Il monitor è in categoria MEH/OK semplicemente perché unisce due aspetti tra di loro contrastanti nella scala di giudizio. Lo schermo è un IPS con una buona resa cromatica. Sia vedendo film, che giocando, che scrivendo, è un piacere per gli occhi. Nulla di eccezionale, ma un buon 8. La mia unità ha un leggero difetto: nell'angolo in basso a sinistra, a schermo nero ha un leggero alone luminoso, dovuto a qualche riflesso non voluto interno per errore di fabbricazione, ma una volta che il monito mostra qualsiasi altra cosa oltre alla schermata nera (quella dell'avvio del pc insomma) il difetto sparisce e non si nota. Quindi è un difetto - non difetto. Il punto di demerito è la risoluzione. 1280x800 sono pochini nel 2016, ma il trend a quanto pare è questo: smartphone con QHD e portatili in HD a meno di non spendere tanto o prendere tablet android.
Va detto che con Windows, su un 10", trovo la risoluzione più che adeguata e funzionale, lavorare con finestre affiancate è fattibile ed è anche comodo!
Altro punto a favore è la luminosità, che è.... buonamente alta. Nell'uso al chiuso non l'avrete mai al di sopra del 50%.

Autonomia
La batteria in dotazione è una 33Wh, di dimensioni standard rispetto alla categoria. Non ho un metodo di testing fisso, ma nei primi giorni, tra testing vari, messe sotto torchio e smanettamento continuo, 6-8 ore di autonomia con una carica sono state raggiunte. Il consumo di picco del package è stato misurato a 9Watt, ma in uso normale si aggira sui 3-4 Watt, quindi per stima 33/4 = 8,25 ore di autonomia. Se lo usate con programmi spinti, come videogiochi ovviamente l'autonomia cala drasticamente, arrivando a 2 ore e mezza stando a mie stime, quindi assicuratevi di avere una presa vicino. La batteria impiega 3 ore a ritornare a piena carica. Direi quindi nella norma per i prodotti di questa categoria. Per me sono un'enormità, abituato al mio portatile che dura oramai 1 ora scarsa o al cellulare che se viene usato si brasa in poco tempo.

Temperatura
Se in idle o facendo cose normali la temperatura è nella norma, rimane fresco e confortevole da maneggiare. Quando si va a carico massimo, la parte in alto a destra si scalda un po', superando la soglia del confort dei 35°C. Questo perché il processore, come detto prima, raggiunge come temperatura limite gli 80°C, superiore di un 20°C rispetto al modello con processore Bay Trail di vecchia generazione, quindi per forza di cose scalda di più. Quindi se state facendo cose pesanti, come giocare o simile, consiglio di non usarlo con le mani, ma di sfruttare la tastiera come base così da evitare quella parte calda.


Software
Perché questa voce strana in negativo? Il device è pieno di bloatware, cioè di quei programmi installati dal costruttore che rompono le balle? Ce ne sono un paio, che consiglio di disattivare all'avvio così che il tablet risulti un po' più scattante da subito. McAfee, l'antivirus preinstallato è abbastanza rompi e causava un po' di rallentamenti, quindi l'ho tolto ed ho lasciato quello base di windows 10.
Il primo giorno di utilizzo inoltre vi sembrerà estremamente lento. Perché? Windows 10 ed i programmi installati smanetteranno come non mai per aggiornarsi, scannerizzare, prendere informazioni. Gli aggiornamenti di windows 10 importanti poi reinstallano l'OS, impiegandoci unìenernità. Insomma, prendetevi almeno 1 giorno buono per aggiornarlo nella sua interezza prima di poterlo usare liberamente.
Queste macchine inoltre presentano un problema di adattamento. Usare Chrome come su di un desktop o laptop è impossibile: il browser di google mangia troppa ram e manderà in crisi l'X2 velocemente se si apre qualche tab di troppo. Il browser Edge integrato di Windows 10 invece è molto parco di risorse e permette l'uso di più tab, ma è incompleto, non ha le estensioni (in arrivo in un futuro prossimo) e ogni tanto è in preda a bug non ben definiti, tipici dei browser giovani. Questo si estende anche ad altri programmi. Adobe Reader fa troppa fatica ad aprire un semplice PDF, con lag mostruosa, ma l'app di Windows 10 Lettore o semplicemente il browser Edge riescono ad aprire pdf senza problemi, anche quelli complessi e pieni di figure. Quindi insomma le alternative ci sono e funzionano anche bene! Non spaventatevi, ma fatevi curiosi e sperimentatori.
Con una piattaforma che rappresenta il minimo della potenza computazionale del mondo PC, si vanno incontro a tutte le non ottimizzazioni dei programmi soliti, che spesso richiedono di spostarsi su alternative. Per alcuni questo non andrà bene, non vogliono accettare compromessi. Per altri, come me ad esempio, se ne sbattono e semplicemente scelgono lo strumento migliore disponibile sulla macchina. E questo può voler dire usare le app dallo store Microsoft invece che dei soliti programmi .exe.

Trackpad
La tastiera sarà anche figa, ma il trackpad è un po' na cacca. Di dimensioni adeguate, ma senza tasti dedicati, quindi io lo trovo scomodo. Meno male che è un 2 in 1 e quindi si usa il touch al posto dei
click del mouse.


Quindi, tirando le somme.... lo consiglio? E a chi?
Se volete un 2 in 1, un mini pc versatile per word processing ed attività multimediali comuni con un'ottima tastiera, buon audio, con a disposizione un digitalizzatore è di sicuro la miglior macchina sul mercato. Se siete interessati ad un uso con meno enfasi sul battere a macchina e del digitalizzatore non ve ne frega nulla, ma volete una macchina un po' più potente, il nuovo Trasformer T100HA, in arrivo in quantità per Febbraio 2016, vi darà, allo stesso prezzo nominale di questo HP X2, 4GB di RAM, il processore x5-z8500 (che è un pelo più performante) e 64 GB di eMMC. Se volete un tablet invece da cazzeggio, android, buttatevi sullo Shield K1.

Come ho già anticipato nella recensione, più in là, una volta recuperati gli strumenti necessari ed aver fatto prove più accurate, tornerò a parlare di queste macchine per utilizzi più spinti, per fare un punto della situazione. Fino ad allora sono qui per domande e perplessità.

Stay Classy, Internet.

Nessun commento:

Posta un commento