Biennio di videogaming di ruolo: 2014-2015

Il gioco di ruolo.
Forse la mia più grande passione da nerd.
Creare mondi, personaggi e portarli alla vita insieme a gente nerda come te, scherzando e ridendo su ogni cosa, vivendo avventure epiche o sconclusionate.

Il problema di questo hobby è principalmente il tempo da dedicarci e la disponibilità di amici ad intraprendere un qualcosa del genere. Per me oramai è diventato un escapismo che riesco a fare poco solo quando ritorno nella mia amata Terronia. Quassù al Nord, poche balle.


Quindi, c'è poco da sorprendersi se mi ammazzo di videogame di ruolo. Che poi alla fine sono bestie un bel po' diverse dal gioco di ruolo vero, ma ogni gioco riesce ad incanalare almeno un aspetto del gioco da tavolo.

Un po' morti di recente, con i Giapponesi che non riescono più a farne uno decente di grande produzione e con solo 2-3 "sfigati" (Bioware e Bethesda) atti a spartirsi il mercato a colpi di Skyrim e MassEffect e DragonAge.

In realtà i GDR ce ne sono sempre una mezza valanga solo che rasentano il caccume atomico o al massimo la mediocrità, in un mercato che non può permettersi la mediocrità.
Ma il biennio 2014-2015 sembra che possa aggiudicarsi la medaglia di FUCKING AWESOME per quel che riguarda i GDR videoludici, perché ne sono usciti e ne stanno uscendo tanti e molti di estrema qualità.
Ed il PC sta guidando questa rinascita e si conferma ora più che mai come LA piattaforma per gli amanti dei GDR.

Cosa è uscito? Cosa uscirà e quali sono le mia aspettative? Seguitemi in questo MEGAPOST!




Partiamo con quest'anno, che lo so, non è ancora concluso, ma ha già dato giochi di ruolo calibro 90 che più 90 non si può.


Il 23 gennaio 2014 arriva su PC Might & Magic X: Legacy.
Che fu una cosa inaspettata e strana. Un franchise old school ora in mano alla Ubisoft, che negli anni era passato un po' di moda. Grazie anche a M&MIX del 2002 che era una cagata pazzesca. L'unica serie che ha retto un po' nel tempo è stata la serie M&M:heroes.
M&M è così vecchio che uno non ci avrebbe scommesso un soldo bucato. Ed ecco invece che un nuovo capitolo della serie principale arriva. Con tutte le meccaniche old school del caso. Movimento su griglia, party da 4 personaggi creati dall'utente, combattimento in prima persona a turni e difficoltà elevata.
Non era una perla di gioco, ma è considerato una buona rinascita per la serie.


L'altro grande protagonista di inizio anno è stato....


Shadowrun Dragonfall. Andatevi a rileggere la mia review se ve la siete persa.
Uscito il 27 febbraio 2014,  non era un gioco standalone, ma era un'espansione di Shadowrun Returns uscito l'anno prima. Dragonfall migliorava in tutto il suo predecessore, forniva una storia principale coi controcoglioni (ad oggi, una delle mie preferite di SEMPRE), un cast di personaggi ben sviluppato, un buon sistema di battaglia alla xcom:eu ed è uno dei pochi giochi con una vibe cyberpunk perfettamente riuscita.
Colpo di scena straordinario, mentre stavo scrivendo questo post, gli sviluppatori di Dragonfall annunciano una Director's cut di Dragonfall, che sarà standalone, avrà più missioni, una classe nuova e più roba. E sarà gratis per i possessori dell'espansione (beccati questa Square Enix!). Arriverà a settembre e sarà un ottimo motivo per rigiocarmelo con una classe diversa e per dire a tutti di comprarlo. Davvero, è bellissimo.

Successivamente ci sono stati un po' di giochi molto misti, che non tutti arrivano sempre a considerare GDR.
Uno di questi è Dark Souls II. Bellissimo gioco col quale mi sono intrippato non poco.
Io sono uno di quello che lo butta nel genere action con statistiche alla Excel, quindi sorvoliamo.

Ci sono state un paio di cagate pazzesche,Bound by Flame (mia recensione su altro blog) e Lightning returns: FFXIII, giusto per bilanciare le precedenti due, ma con l'arrivo dell'estate è arrivato il colpo grosso.


DIVINITY ORIGINAL SIN.
Anche questo un gioco arrivato da Kickstarter, è una ventata di aria fresca pur essendo molto retro style. Ha in un sol colpo spazzato via tutti i vecchi classici alla Neverwinternights e li ha rimpiazzati con un'immagine moderna e geniale.
Non vi sto a raccontare tutto del gioco, anche perché ho fatto una videoreview sul Prophet Network apposta.
Sto qui a dirvi che questo gioco ha appena cambiato le aspettative di ogni altro gioco di ruolo che uscirà da ora in poi ed ha anche cambiato cosa vuol dire "ruolare" e "libertà di scelta" in contesto videoludico.
Complesso, senza compromessi e con meccaniche tutte improntate a potenziare il potenziale espressivo del giocatore e al suo impatto sul mondo circostante.

Questo gioco è stato un "paradigm shift" che davvero non mi aspettavo.

Ora siamo a fine luglio e stiamo ancora vivendo i momenti post Divinity, che è da un mese primo nella top ten dei più venduti di steam.

Luglio ha visto l'uscita di un altro GDR, molto più testuale e strano, ambientato nell'India Antica. I combattimenti sono rari e tutti evitabili e pericolosissimi e la morte del protagonista non risulterà in un game over, ma influenzerà la trama divisa in capitoli.
Sto parlando di Unrest. Non ho avuto modo di provarlo e leggendo le recensioni sembra aver ricevuto un po' di tutti i tipi di commenti. A naso, quelli che cercano esperienze nuove nel mondo videoludico dovrebbero apprezzarlo. Di sicuro lo recupererò e vi farò sapere!



Agosto sarà il mese di Wasteland 2, se tutto procederà secondo i piani, altrimenti slitterà un po' più avanti.
Wasteland 2 è in early access da un po', a prezzo premium siccome è reduce da una campagna di kickstarter. Da quel che si vede in giro sembra un buon gioco.
Dovrebbe accontentare tutti colori i quali volevano vedere un fallout 4 all'E3 di quest'anno e si sono presi un due di picche.
Anche lui è vecchio stampo ma moderno. Visuale dall'alto e movimento via mouse, ma tutto ruotabile e zoommabile a piacere grazie al 3D.


Agosto avrà un altro protagonista sicuro ed è RISEN 3: Titan Lords.
Così vicini all'uscita (15 agosto) e se ne sa abbastanza poco. forse perché sarà una mezza cacca come i predecessori e quindi meglio non farlo vedere in giro. Ma voglio essere fiducioso. Anche questo è un gioco "back to the roots", che abbandona i pirati del secondo capitolo a favore di un'ambientazione fantasy più classica. Speriamo bene.
Tra l'altro, questo arriverà anche sulle console old gen.

Settembre vedrà titoli ibridi, come Massive Chalice, un gioco tattico strategico a turni da double fine, con elementi ruolistici buttati dentro, che dovrebbero renderlo più simile ad un Fire Emblem.
Settembre vedrà anche vedrà la venuta nel mondo occidentale di Fantasy life su 3DS il giorno 26. Un mix tra animal crossing, tomodachi life ed un jrpg, sembra avere tutte le carte in regola per diventare una cult hit da millemila ore di gioco qui da noi.
E poi ricordiamolo ancora, la director's cut di Dragonfall.

Ottobre doveva vedere il rilascio di un pezzo da novantissimo, invece NULLA. NULLA.

E poi arriva Novembre. Dove di solito esce ogni gioco possibile al mondo, incluso sua maestà
DRAGON AGE INQUISITION, il giorno 21 Novembre. Ho davvero tante speranze riposte in questo gioco. Forse un po' troppe. Mi è piaciuto molto Origins, ho apprezzato il secondo e questo sembra sborrevolissimo, soprattutto perché va a dare davvero quello che mancava ai precedenti Dragon Age. LA GRAFICA.
Il frostbite fa muovere il tutto con un livello di dettaglio maestoso ed effetti particellari sparafleshosissimi. Spero proprio che la mia GTX 560 Ti si dimostri ancora all'altezza della situazione che non ho intenzione di cambiarla per quel periodo.
La storia appare essere molto pheega e cupa e se mi inseriscono Hawke e il Grey Warden in qualche modo nel gioco, li tiro addosso soldi a schifo.



Novembre vedrà anche arrivare Persona Q: Shadow of the Labyrinth su 3DS! Più simile ad Etrian Odyssey, marca la prima volta che la serie persona è arrivata su una console Nintendo.

Il gioco incognita del 2014 visto che per ora ha solo un generico : Inverno 2014 come data di rilascio è Pillars of Eternity.
Gioco sviluppato dall'Obsidian, isometrico con combattimento a turni, un vasto mondo originale, tante classi, molti compagni ed una grafica moderna di tutto rispetto pur essendo totalmente retro in stile.
Mi fido dell'Obsidian. Fino ad ora hanno sempre avuto problemi o di tempistiche o di fondi, ma i loro scrittori hanno le palle quadrate e sono risultati superiori a quelli di molti altri sviluppatori per tirare fuori trame coi controcazzi. Speriamo ora che hanno il totale controllo del loro progetto riusciranno ad eccellere anche negli altri aspetti dei loro giochi.


Il 2014 è bello corposo, tra giochi rilasciati e che dovranno arrivare.

Come sarà il 2015? Con tutta probabilità sarà ancora meglio.
L'anno si aprirà con il gioco che aspetto più di tutti e che mi sta facendo risparmiare come un matto per prendere una GPU nuova.
The Witcher 3 fino ad ora si è mostrato con la prepotenza grafica unita all'open world che nessuno ha ancora eguagliato, ma soprattutto con la trama.
Per i profani il loro magnifico trailer Sword of Destiny può essere solo sembrato figo. Per gli appassionati della saga dello Strigo, è esplosivo. Finalmente vedere la gnoccolosità di Yennefer su schermo, unita alla presenza di Ciri e il coinvolgimento della Wild Hunt e dell'Imperatore di Nilfgaard vuol dire solo una cosa: EPICITA' A TUTTO CAMPO.

Poi arriverà, si spera, finalmente, Xenoblade Chronicles X, produzione dei Monolith Soft, che sono praticamente tra i pochi sviluppatori giapponesi che venero per quello che scrivono nei loro giochi, e Xenoblade Chronicles X sembra essere un amalgama di tutti i giochi da loro fatti precedentemente a livello di elementi di storia presentati e tematiche.

Poi c'è il grande duo dei ritorni. Altri due giochi di ruolo isometrici di stampo computeristico, sempre per PC, uno più aspettato dell'altro.


Il primo è Shroud of the Avatar: Forsaken Virtues, che stuzzica molto il mio interesse per 3 motivi:
il suo approccio molto libero, a quanto sembra ancora di più di quello che è stato fatto da Divinity Original Sin; la presenza di Richard Garret come direttore creativo; le diverse modalità di interazione online.

Il secondo è orgasmo puro. Torment, Tides of Numenera. Il sequel al migliore WRPG di sempre. Con buona parte del team originale, incluso Chris Avellone, rub... preso in prestito direttamente dall'Obsidian.

Questa combo da sola basta a far saltare tutto in aria, a generare hype a manetta. Ma per chi? Per noi PCisti del menga che siamo appassionati di sta roba e ce la siamo kickstartata tutta. Quando I publisher non ti vogliono sentire e non fanno i giochi che vuoi, paga qualcuno perché te li faccia.

E ancora più in là cosa c'è? Mass Effect 4, CyberPunk 2077, e di sicuro qualche altra cosa salterà fuori.

Diciamo che possiamo definire concluso il mio sguardo a questa metà 2014 passata ed al futuro che ci aspetta nel mondo dei GDR. Onestamente, non sono mai stato così contento.

Quali di questi vi piacciono? Ho saltato qualcosa? Ne avete scoperti di nuovi in questa mia analisi?


Stay Classy, Internet.

1 commento:

  1. Di fondo penso che il 2015 sarà decente per il GDR.
    Speriamo bene!

    RispondiElimina